Uncategorized

Come pulirsi le orecchie in maniera impeccabile

La pulizia delle orecchie è una buona abitudine quotidiana che va mantenuta non solo al fine di una corretta igiene dell’orecchio, ma anche per preservarne la buona salute.

Le orecchie sono l’organo del corpo predisposto all’udito (ma anche all’equilibrio e all’orientamento), e se trascurate e non pulite adeguatamente possono incidere su questo senso così importante.

Detergere le orecchie correttamente

Come ogni altra parte del corpo, anche le orecchie vanno deterse ogni giorno, magari assimilando questa fase a quella del lavaggio mattutino del viso.

Il cerume all’interno di questo organo non è fine a sè stesso, in quanto ha la funzione di bloccare l’ingresso di sporcizia e agenti infettivi che potrebbero penetrare nell’orecchio.
Questa sostanza collosa, prodotta dalle ghiandole, può essere rimossa attraverso l’utilizzo di vari metodi.

La detersione con acqua a temperatura ambiente va invece attuata solo nella parte esterna dell’orecchio e nel padiglione auricolare, per assicurarsi di evitare le pellicine e pulire la pelle da sebo e sporcizia, i quali naturalmente si accumulano attorno alle orecchie a causa dei capelli.

All’acqua può essere aggiunto un po’ di sapone neutro (in questo caso dopo occorre risciacquare bene) e si può lavare l’orecchio sia con le dita che usufruendo di un fazzoletto inumidito.

Infine le orecchie andranno tamponate con cura con l’asciugamano, al fine di evitare umidità interna.

Come eliminare il cerume

Purtroppo i bastoncini di cotone, pur essendo un’opzione molto pratica, possono spingere il cerume ancora più all’interno delle orecchie, riuscendo a togliere solo la parte superficiale.

Essendo rigidi, se spinti molto in fondo, potrebbero anche creare abrasioni alle parti delicate e favorire la formazione di tappi.

In generale comunque il cerume non deve essere tolto del tutto, perché come già detto una piccola parte dovrà servire a proteggere l’orecchio.

In realtà alcune persone sono più portate di altre alla formazione di cerume e dunque sono più inclini al problema dei tappi.

Questi ultimi, come anche il ristagno di liquidi all’interno delle orecchie che può affliggere chi pratica sport acquatici, possono essere prevenuti tramite gli spray auricolari.

Gli spray auricolari sono formulati con soluzioni contenenti acqua di mare che aiutano a sciogliere il cerume gradualmente, fino a stappare l’orecchio.

Le gocce emollienti che sciolgono il cerume, invece, vanno inserite nella conca del padiglione auricolare ancor prima del lavaggio.

Solitamente contengono oli vegetali e formulazioni naturali (olio di oliva, olio di mandorle dolci, olio di arachidi e così via).

In caso di tappi basterà metterle due volte al giorno fino a completo scioglimento, mentre per un’azione preventiva basterà applicarle una volta a settimana.

Altri metodi contro il cerume

Per rimuovere il cerume e pulire in maniera impeccabile le orecchie, sono disponibili anche altri metodi.

L’irrigazione è un lavaggio più profondo che prevede l’uso di una siringa senz’ago con la quale immettere con precisione il liquido nel canale auricolare: bisognerà inclinare la testa, in modo tale da favorire l’acqua che scivola raggiungendo il cerume; successivamente si inclinerà la testa dopo aver aspettato un po’, per far uscire cerume e sporcizia.

L’irrigazione è una tipologia di lavaggio molto comune e consigliata, che chiunque può svolgere.

Vi è poi il “curettage”, nome derivato dallo strumento che si utilizza per pulire il cerume, ma necessariamente deve essere praticato da un medico.

Possibile anche l’aspirazione del cerume tramite apposite cannule collegate a un congegno di aspirazione nonché l’utilizzo di coni cerati.

Quando rivolgersi ad un medico

Se si ha la sensazione abbassamento dell’udito, di un orecchio otturato, oppure si avverte mal d’orecchi, probabilmente ciò è dovuto da un grosso tappo di cerume che può essere facilmente rimosso tramite gocce o farmaci prescritti da uno specialista.

In ogni caso se si hanno dei dubbi o si avverte un dolore particolarmente forte, è consigliato rivolgersi ad un medico, il quale sarà utile anche nel caso in cui si necessiti di consigli su come pulire correttamente le orecchie in caso di malattie o particolari condizioni che le interessano.

Per alcune categorie particolari la pulizia delle orecchie deve essere svolta in maniera ancor più delicata e meticolosa.
Tra queste troviamo chi lavora in ambienti con elevato inquinamento acustico, i nuotatori e i portatori di apparecchi acustici.